Cinzia TH Torrini

La signora delle fiction italiane. 1 David di Donatello per il migliore regista esordiente.

Biografia

Cinzia TH Torrini nome d’arte di Cinzia Torrini (Firenze, 5 settembre 1954) è una regista italiana. Il “TH” è una sigla scelta dalla regista all’età di 12 anni che ha un significato personale e mai svelato. «È una sigla che metto nel mio cognome fin da quando avevo 12 anni e firmavo i miei disegni. Crescendo, mi sono dedicata alla fotografia e l’ho sempre mantenuta, anche prima di sapere che sarei diventata una regista e che il mio nome avrebbe acquisito una certa notorietà. Per me è sempre stato importante mettere quel Th nelle cose che faccio e quando viene omesso o dimenticato, ne soffro. È una cosa talmente personale e intima, che non ho mai svelato il significato a nessuno, nemmeno a mia madre.» Nel 1973 si diploma al Liceo Linguistico di Firenze. Dal 1974 al 1976 studia alla Facoltà di Lettere e Filosofia. Contemporaneamente frequenta un corso di fotografia. Successivamente lavora prima a Milano presso lo studio di un fotografo che si occupa di design, poi come fotoreporter sportivo per una rivista di motociclismo. Partecipa anche con alcune sue foto a mostre collettive. Dall’ottobre del 1976 al 1981 frequenta l’Accademia di Cinematografia (la Hochschule fuer Film und Fernsehen) di Monaco di Baviera. Nel 1977 gira il suo primo documentario per la televisione bavarese Prima o poi…, la storia dell’ultimo traghettatore dell’Arno, prima che venisse costruito un nuovo ponte.

Premi

1993 – Premio per la regia a Umbria Fiction
1996 – Golden Rocky Award, per il miglior mediometraggio al Festival di Banff
1999 – Premio della Giuria del Pubblico al Festival di Montecarlo, con il film Iqbal