Ivano De Matteo

Tra i migliori autori affermatosi negli ultimi anni. 3 nomination al David di Donatello 1 Nomination al Globo d’oro

Biografia

Inizia la sua carriera artistica nel 1990 frequentando il laboratorio teatrale “Il Mulino di Fiora”, diretto da Perla Peragallo. Nel 1993 con la compagna Valentina Ferlan (autrice e sceneggiatrice di origini triestine), fonda la compagnia “Il Cantiere”. Ha recitato per la prima volta nel film Le amiche del cuore di Michele Placido (1992). Nel 2001 è tra i protagonisti del film Velocità massima, per la regia di Daniele Vicari. Nel 2002 ha esordito da regista con il film Ultimo stadio, di cui è anche interprete. Una produzione televisiva in particolare gli regala una notevole notorietà presso il grande pubblico: la parte di “Er Puma” in Romanzo criminale – La serie (2008-2010). Nel 2009 dirige La bella gente. Nel 2010 lavora con il regista Alessandro Aronadio sul set del film Due vite per caso. Nel 2012 ritorna alla regia con Gli equilibristi, film interpretato tra gli altri da Valerio Mastandrea e Barbora Bobulova. Nel 2014 partecipa alla 71ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia nella sezione “Giornate degli autori” con I nostri ragazzi. Il soggetto di questo film, che vede protagonisti Luigi Lo Cascio, Alessandro Gassmann, Giovanna Mezzogiorno e Barbora Bobulova, è liberamente tratto dal romanzo La cena di Herman Koch. Il 22 settembre uscirà nelle sale il film “La vita possibile”. Il film è stato riconosciuto di interesse culturale con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. In fuga da un marito violento, Anna (Buy) e il figlio Valerio (Pittorino) sono accolti a Torino in casa di Carla (Golino), attrice di teatro e amica di Anna di vecchia data. I due cercano di adattarsi alla nuova vita tra tante difficoltà e incomprensioni, ma l’aiuto di Carla e quello inaspettato di Mathieu (Todeschini), un ristoratore francese che vive nel quartiere, faranno trovare loro la forza per ricominciare.

Premi

2006 – David di Donatello: per il miglior cortometraggio, Codice a sbarre
2015 – David di Donatello: Premio David Giovani per I nostri ragazzi